Reggio Calabria
 

Rosarno (RC), alla preside Mariarosaria Russo il premio nazionale Fnism-Associazione professionale qualificata per la formazione di docenti e dirigenti

Nell'ambito del seminario conclusivo sul tema "La corruzione nella percezione degli studenti europei" è stato conferito alla Preside Russo del Piria di Rosarno e Laureana di Borrello il prestigioso riconoscimento dell'Associazione Nazionale Insegnanti con la seguente motivazione : "A Mariarosaria Russo,straordinaria dirigente che si prodiga con generosità nell'educazione e formazione dei giovani,incoraggiandoli a credere fortemente nei propri sogni e a scegliere responsabilmente il percorso migliore verso le professioni future e brillante compagna di viaggio che guarda ancora alla vita come ad uno spettacolo incredibile".

L'associazione "Etica ed Economia" – in collaborazione con la FNISM e con gli organizzatori del premio internazionale "Marco & Alberto Ippolito", Proff.Natina Cristiano e Leo Pangallo – ha condotto un'indagine sulla corruzione presso 10 scuole europee ed una canadese (IIS R. Piria – Rosarno, IIS Vaccarini – Catania, L.P. Don Quirico Ponzi – Cisternino, ITIS G. Vallauri – Velletri, Vessil Levski – Yambol, Bulgaria, Montreal – Canada, Euroteam Havirov – Repubblica Ceca, Centrum Edukacji – Zabrze Polonia, CN Mircea Cel Batran – Costanta Romania, Alviksskolan – Bromma Svezia) conclusasi con il coinvolgimento di più di mille studenti, che hanno relazionato sul tema della percezione della corruzione. I risultati conclusivi " emersi sono stati commentati dagli studenti dell'IIS R. Piria di Rosarno, nel corso di un convegno al quale ha preso parte il prof. Maurizio Franzini, docente ordinario di Politica Economica presso l'Università "La Sapienza" di Roma e presidente dell'Associazione "Etica ed Economia".L'indagine ha avuto le seguenti finalità:

rilevare la percezione che gli studenti hanno della diffusione della corruzione, tenendo conto anche delle loro esperienze dirette;

porre a confronto i giudizi morali degli studenti sull'accettabilità della corruzione con i comportamenti che loro stessi terrebbero di fronte a situazioni a rischio di corruzione;

individuare i fattori che a loro giudizio favoriscono la diffusione della corruzione e un atteggiamento indulgente nei suoi confronti;

cogliere eventuali differenze tra le scuole di diversi paesi.

Gli alunni coinvolti hanno dibattuto su una tematica che è stata più volte oggetto di riflessione all'IIS R Piria,ha evidenziato la preside Russo, ovvero la sensibilizzazione verso temi non solo attuali, ma che specialmente impattano e si coniugano con la realtà che caratterizza il territorio difficile nel quale la scuola è ubicata, fornendo esempi concreti e consapevoli di alternative di vita quotidianamente, attraverso un nuovo tipo di Pedagogia delle scelte responsabili, che trova i suoi punti di forza in particolar modo nelle collaudate e decennali collaborazioni con la magistratura e le forze dell'ordine.

Il meeting ha visto come protagonisti le alunne Acquistapace Federica, Rizzo Cristina e Donato Paola, che hanno riletto e commentato il tema della corruzione partendo dal filmato del celebre comizio del film di Totò "Gli onorevoli". Ad aprire i lavori il consigliere regionale Giovanni Arruzzolo. Il convegno, coordinato dalla docente Saveria Violi, è stato introdotto dalla prof.ssa Francesca Corso. Sul tema della "Corruzione, legalità e comportamenti individuali" sono intervenuti la consulente finanziaria Luana Comi e la docente referente per l'indagine presso il Piria, prof.ssa Mattia Milea, che ha commentato i dati emersi dall'indagine di Rosarno alla luce di quelli risultai dal resto dei paesi europei, il vicesindaco Oppedisano Fabiomentre le conclusioni finali sono state affidate a Natina Cristiano, che nelle diciotto edizioni del premio internazionale "Marco & Alberto Ippolito" ha dato svariate opportunità di confronto e di crescita a migliaia di studenti provenienti da tutto il mondo, in nome dell'amicizia, della solidarietà e della tolleranza.