Reggio Calabria
 

Reggio, tartaruga caretta caretta soccorsa nelle acque antistanti Pellaro: rischia amputazione pinne

tartaruga19marzo2019Una tartaruga della specie Caretta Caretta, gravemente ferita, e' stata avvistata e soccorsa mentre si trovava in difficolta' alla deriva nelle acque antistanti la zona di Pellaro a Reggio Calabria.

L'animale, lungo circa 70 centimetri, per un peso di 25 chili, e' stato individuato, ormai senza forze, mentre si trascinava verso terra incastrata tra un galleggiante in legno e un cerchione da bicicletta, il tutto aggrovigliato in svariati metri di lenza in nylon. Il materiale aveva stretto le pinne anteriori dell'esemplare andate ormai in cancrena.

La tartaruga, soccorsa grazie alla segnalazione di un diportista, e' stata recuperata e trasportata nel Centro recupero tartarughe marine di Brancaleone. Le condizioni di Afrodite, come e' stata battezzata dai volontari del Crtm di Brancaleone, sono ritenute molto gravi, quasi disperate e si rischia seriamente l'amputazione delle pinne.

"Domani – fa sapere il Centro di Brancaleone – verrà immediatamente portata a Bari per delle visite specialistiche all'Università con il Prof. Di Bello, che come noi si batte per salvare questi meravigliosi animali tanto sfortunati. Non sappiamo come andrà a finire la sua storia, che purtroppo di speranze ce ne dà poche, però vorrei che ci facesse riflettere su quello che stiamo combinando al nostro mare e a questi animali".