Catanzaro
 

Catanzaro, squarcio a tendone bocciofilo: la condanna del sindaco

"Gli squarci nel tendone del bocciofilo di Parco Genziana sono una ferita inferta a tutta la comunità catanzarese". Lo hanno affermato il sindaco, Sergio Abramo, e l'assessore ai lavori pubblici, Franco Longo, commentando il grave atto vandalico che si è verificato nella notte fra domenica e lunedì nell'area pubblica del quartiere Mater Domini. L'amministrazione ha presentato denuncia contro ignoti ai carabinieri. "È stato il gesto incomprensibile, sconsiderato e gratuito di uno o più incivili, compiuto ai danni di una struttura destinata ad ospitare attività ricreative e di socializzazione. Si è trattato – hanno aggiunto il primo cittadino e il delegato di giunta – di un atto di assoluta vigliaccheria, che può solo rallentare, ma non fermare, il lavoro messo in campo dal Comune per riqualificare Parco Genziana". "Dispiace profondamente – hanno proseguito Abramo e Longo – constatare che esista un nucleo circoscritto di vandali che, con questa condotta, finisce per frustrare gli sforzi eseguiti dall'amministrazione e dagli stessi cittadini che si prendono cura di uno spazio di aggregazione importante per il quartiere. Non è la prima volta che accade una cosa del genere e, come in diverse altre occasioni in altre zone della città, il Comune si è trovato costretto a riparare a proprie spese i danni causati da simili atti. È una piaga che non finisce mai, oltre che una beffa. Ora la misura è colma e auspichiamo che al più presto gli autori vengano individuati e puniti con ciò che prevede la legge".