Calcio
 

Reggina: quotazioni altalenanti per gli obiettivi di mercato, necessario azzeccare gli under

taibiraioladi Paolo Ficara - Un po' come le quotazioni in borsa. Il calcio giocato sta abbassando o aumentando il valore degli oggetti del desiderio della Reggina, ferma in attesa di cominciare la preparazione in vista della Serie B 2020/21. L'utilizzo o il mancato tale di qualche giocatore tra A e B, oppure il cammino di determinate squadre nei playoff di C, possono influire. Anche il capitolo cessioni può essere condizionato proprio dal post-season in Lega Pro.

CAPITOLO CESSIONI – Antipatico nominare questo o quel giocatore, tutti protagonisti di una annata straordinaria e forse irripetibile. La lista over, ristretta a 18, indurrà a cessioni dolorose. Il ds Massimo Taibi fino ad un anno e mezzo fa era dall'altro lato della barricata, nel senso che sa benissimo i discorsi fatti dal club cedente a quello meno ricco ma ambizioso. Probabile che venga proposto il 2x1 (o 3x1) a chi si fa avanti per le stelle. Esempio: vuoi il mio attaccante? Mi riconosci qualche centinaia di migliaia di euro per il cartellino? No? E allora scegli chi prendere tra i miei calciatori che sono comunque in lista di sbarco. Indirizzare altrove gente con ingaggi che, al lordo, corrisponderebbero al valore del cartellino di un bomber di C, è un po' come farselo pagare.

CASO SPECIFICO – Un paio di esuberi potrebbero anche rientrare in una trattativa in entrata. Il Presidente Gallo ha dichiarato di non aver visto calciatori più forti in C, rispetto a quelli della Reggina. Chissà se applicherà eccezione per Daniele Donnarumma, esterno mancino del Monopoli. Bussando alle porte di un club fresco di eliminazione ai playoff, e dunque già certo di disputare la prossima Serie C, ci può stare l'inserimento di contropartite tecniche.

BORSINO – Dicevamo di prestazioni positive o di mancato utilizzo per obiettivi della Reggina. Magari Lorenzo Crisetig è già sicuro di vestire l'amaranto. Il Barcellona sta tenendo fuori Arthur dopo la cessione alla Juve, chissà se in Spagna sia una pratica diffusa. Fatto sta che all'ex interista è stata concessa solo una manciata di minuti nelle ultime tre uscite del Mirandes, nonostante le precedenti prove positive da titolare. Simone Missiroli ha avuto una chance dalla Spal dopo qualche panchina di troppo, ormai la retrocessione in B appare inevitabile ma l'ingaggio resta fuori portata. In attacco, l'accostamento alla Reggina non ha portato fortuna a Diego Falcinelli infortunatosi a Perugia. Discorso opposto per il 20enne Giacomo Raspadori, in gol all'esordio da titolare durante Lazio-Sassuolo: chissà se è ancora alla portata degli amaranto, per un eventuale prestito dai neroverdi.

UNDER – Se si vorrà mettere a disposizione di Mimmo Toscano di nuovo una rosa con 24 titolari, la scelta degli under potrebbe rivelarsi decisiva. Rigoberto Rivas ormai ad un passo dal rinnovo del prestito sponda Inter, nonché Hachim Mastour, garantiscono qualità. Tra coloro che stanno innalzando il proprio valore a suon di prestazioni, oltre al già citato Raspadori, c'è sicuramente il portiere Marco Carnesecchi di proprietà dell'Atalanta ma in prestito al Trapani. Rigore parato a Giaccherini contro il Chievo venerdì sera, sembra di altissimo livello ogni giorno di più. Ed anche qui, trattasi di un classe 2000. Sarebbe assurdo se la sua carriera proseguisse anche l'anno prossimo in B, mentre in categoria superiore dalla Roma in giù vediamo all'opera incerti portieri stranieri. Solo Gallo, Taibi e Toscano possono riuscire nell'opera di convincimento.